blog post

Piccolo prontuario per non annegare nel mare agitato della navigazione online

Non è tutta fibra quella con cui si naviga. Il garante per le comunicazioni è intervenuto per fare ordine.



Non è tutta fibra quella con cui si naviga. Il Garante per le Comunicazioni è intervenuto per fare ordine in materia e ha imposto dei bollini identificativi per far crescere la “consapevolezza digitale”. Bollino verde solo per la vera fibra ottica. Bollino giallo o rosso per tutte le altre proposte. Si fa così ordine in un panorama selvaggio nel quale c'è chi ha spacciato per fibra anche quella che fibra ottica proprio non era.

Le nuove regolamentazioni promuovono a pieno la fibra di Connectivia, che è FTTH. Fibra ottica pura fin dentro la presa del modem nel muro di casa. Bollino verde e pollice alzato per l'azienda che ha abbattuto il digital divide in Costiera Amalfitana e ora si appresta ad affrontare la stessa sfida in Costiera Sorrentina.


Facciamo ordine


Il sistema dei bollini nasce per dare ordine. Un po' di tutto era diventato fibra in offerta speciale, e così il garante è intervenuto a fare da arbitro. Quante volte vi ha chiamato un operatore, per vendervi la fibra ottica? Senza che prima qualcuno ce la portasse, la fibra, fino a casa vostra? Ora, dopo l'intervento dell'Ag Com, il termine “Fibra” può essere utilizzato per indicare solo la vera fibra ottica, e non può più essere allegramente associato a tutti i sistemi di connettività.


I bollini


Verde, giallo e rosso sono i bollini assegnati. Vediamo cosa significano.


Bollino verde con la F al centro.

Andiamo sul sicuro con la garanzia di Ag Com: il verde ci segnala che è tutto ok e la F significa: Fibra Ottica al 100%

Due sono i sistemi che hanno il verde con questo bollino: FTTH, che significa Fiber To The Home, fibra pura fin dentro alla presa del modem nel muro di casa dell'utente. Si tratta del più avanzato livello della rivoluzione digitale della banda ultralarga. È in questa modalità che Connectivia fornisce la sua Fibra Ottica.

Questo tipo di connessione è definita come “l'ultima rivoluzione delle telecomunicazioni”, la più moderna delle tecnologie, a prova di futuro, capace di far viaggiare i dati alla velocità della luce, senza limiti di banda, se non quelli stabiliti dal taglio dell'offerta che si acquista.

L'altro sistema certificato dal bollino verde è FTTB, Fiber To The Building, che arriva fino al fabbricato, fino all'allaccio del palazzo, per esempio.



Bollino giallo con le lettere FR al centro.

Questo contrassegno ci avvisa che abbiamo a che fare con connessioni miste, che fino ad un certo punto si basano sulla fibra ottica, ma che poi passano sul vecchio filo telefonico di rame o arrivano via radio. Si naviga su banda larga, ma c'è da fare attenzione, non è fibra ottica e non può essere definita tale. Se un operatore chiama in una sua offerta questo sistema fibra ottica, sta andando in maniera scorretta contro le indicazioni del Garante per le Comunicazioni. Ci sta vendendo come fibra qualcosa che non è tale.


Un sistema di questo tipo, per capirci, è il FTTC, che significa Fiber To The Cabinet, che porta la fibra ottica e la possibilità di scambiare dati alla velocità della luce solo fino alla centralina (Cabinet) in strada. Poi per farci navigare arriva dalla centralina fino a casa o all'ufficio sul vecchio doppino telefonico in rame. Che fa? I dati si ingorgano e fanno fatica a passare. È come portare l'acqua fino in strada con una condotta portante larghissima, ad un certo punto strozzarla e portarsi l'acqua in casa con un tubo piccolo piccolo... la portata e la velocità non saranno mai le stesse: come nel tubo ci va meno acqua, nel cavo di rame ci vanno meno dati. Il limite è fisico.



Bollino rosso con la R al centro


Questa proprio fibra ottica non è, e non è neppure banda ultralarga. Si tratta delle connessioni che viaggiano su una rete che non ha nessun pezzo in fibra ottica. A questa categoria appartengono le ADSL, che per anni ci hanno fatto navigare. Le abbiamo amate, ci hanno fatto navigare a lungo, ma non sono l'ultima rivoluzione delle telecomunicazioni né una tecnologia a prova di futuro come è la fibra FTTH. Anche in questo caso, usare per le connessioni una qualsiasi definizione nel quale ci sia il nome fibra, è scorretto.



In sostanza

Occhio, non è tutta fibra quella dove si naviga. Aiutiamoci coi bollini dell'Autorità Garante delle Comunicazioni e col piccolo promemoria che con questo post Connectivia mette a disposizione di chi ha dubbi nel mare, grande e tempestoso, della navigazione online.



  • Condividi